Progetti

Go-Kart di MeccanicaWeb.it

Motore del go-kart di MeccanicaWeb.it

lo spirito di MeccanicaWeb.it è di avvicinare studenti di ingegneria ed appassionati di meccanica. Questo progetto vuole avvicinare questi due mondi facendo. L’idea è di far “sporcare le mani” agli studenti di ingegneria e avvicinare alla progettazione gli appassionati di meccanica. Lo scopo del progetto è la realizzazione di un go-kart utilizzando un propulsore di origine motociclistica.

L’idea di iniziare un progetto interamente fondato da MeccanicaWeb.it risale al 2009 quando decidemmo di realizzare un carretto per le competizioni in discesa sugli Appennini. Dopo circa qualche settimana non resistemmo alla tentazione di avere un motore sul veicolo. In poco tempo il progetto divenne la realizzazione di un go-kart con una motorizzazione di derivazione motociclistica.

Motore del go-kart

Il 26 Gennaio 2010 decidemmo di comprare un motore usato di uno scooter Aprilia SR 150cc. Si tratta di un motore 2 tempi raffreddato ad aria da circa 15 cv.
Scooter Aprilia SR 150cc

Appena preso il motore iniziarono subito le operazioni di pulizia e manutenzione del motore. Il motore era rimasto a lungo tempo fermo all’aria aperta ed era quindi molto sporco. Eliminammo alcuni meccanismi superflui quali il motorino per l’avviamento elettrico. Il miscelatore meccanico fornisce l’olio al carburatore per formare la miscela in fase di aspirazione della carica. Anche questo elemento è stato rimosso. La miscela viene solitamente immessa direttamente nel serbatoio in ambito go-kart.Trasmissione motore scooter aprilia sr

La trasmissione ed il gruppo termico sono stati smontati e revisionati per verificarne lo stato di usura. Il cielo del pistone e la testata del motore sono stati accuratamente puliti dai residui di incombusti e di olio. Infine il gruppo termico è stato totalmente ri-assemblato. La trasmissione, il variatore, la ventolina di raffreddamento, il correttore di coppia e la frizione non sono rimontati nel karter per le prime fasi di test.

Ingegneria inversa del motore

Un fase importate del progetto è la misura del blocco motore per l’alloggiamento nel telaio. Durante le fasi di manutenzione del motore sono state catturate delle foto dei punti di attacco del blocco motore. Le immagini sono poi stati post processate in modo da poter essere facilmente elaborate. Infine è stato realizzato un modello CAD del blocco motore. Con il CAD del blocco motore disponibile è possibile valutare ogni distanza o dimensione del motore. Durante questa fase sono stati elaborati i requisiti per il telaio del go-kart.

Post-processing blocco motore go-kart

Motore go-kart CAD

Telaio del go-kart

Inizialmente si era pensato di progettare e realizzare ad hoc l’intero telaio. Problemi di progettazione prima ed economici dopo hanno portato a scelte differenti. Il telaio è stato aquistato nel mercato usato. Un vecchio go-kart senza motore ma praticamente integro è stato designato come telaio ufficiale del progetto. Il telaio era già fornito di pneumatici, sterzo, impianto frenante a disco, serbatoio, sedile e parte della carrozzeria.

Telaio go-kart

La parte di progettazione è stata quindi limitato all’integrazione del motore di derivazione motociclistica con il telaio.

Aggiornamento progetto 2017

Purtroppo il progetto non è mai stato finalizzato. Dopo lo sprint iniziale di lavori sono venuti meno molti collaboratori di MeccanicaWeb.it. Troppi utenti coinvolti erano alle prese con difficili esami universitari, tesi di laurea e chi più ne ha più ne metta. Il progetto è stato in una sorta di limbo per diversi anni. Definitivamente non verrà terminato ma è stato una esperienza incredibile che ha visto collaborazioni da parte di studenti e ragazzi di diverse città italiane.

Ti potrebbe interessare

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *