Auto

La più veloce auto sotto l’acqua

yellow-lotus

La sQuba della società svizzera Rinspeed è la più veloce auto sotto l’acqua. Si si sotto l’acqua. Vi ricordate la Python della Watercar che può viaggiare sull’acqua? Quest’auto invece può viaggiare addirittura sotto l’acqua. Si tratta di un’auto anfibia unica, in grado di viaggiare su strada, su acqua e sotto l’acqua come un sottomarino. L’idea venne al fondatore della società ispirandosi al film Agente 007 dove la Lotus sottomarina che si immergeva era in realtà solo un effetto cinematografico.

La base dell’auto è la Lotus Elise cabrio, modificata per alloggiare 3 motori elettrici, uno per la guida su terraferma e due per alimetare le due eliche per la guida subacquea. L’energia per la trazione viene fornita da un gruppo di batterie agli ioni di litio formato da 6 unità da 10kW/h ciascuna di potenza. Dopo essere entrata in acqua l’immersione avviene grazie a due propulsori a getto posti sotto gli specchietti retrovisori che annacquano l’abitacolo.

L’inconveniente fondamentale è il fatto di essere cabrio e quindi pilota e passeggeri vengono inevitabilmente sommersi di acqua. Questo design è dettato principalmente da motivazioni tecnologiche. Se infatti l’auto fosse con il tettino e l’immersione avvenisse tenendo l’abitacolo isolato sarebbero necessari circa 2 tonnellate in più per poter permettere l’immersione. Ovviamente tale design risulta vantaggioso anche per la sicurezza di pilota e passeggero. La respirazione degli occupanti viene garantita mediante degli erogatori da sub collegati ad un serbaotio d’aria presente sull’auto. Si riassumono le carateristiche principali:

  • massima velocità su strada di 120 km/h;
  • massima velocità sull’acqua di 6 km/h;
  • massima velocità sott’acqua di 3 km/h;
  • può trasportare 2 passeggeri;
  • materiali resistenti alla corrosione del sale;
  • sensori laser per l’analisi dell’ambiente circostante;
  • costo del prototipo circa 1.5 milioni di dollari.

I sensori laser permetto anche la guida automatica sensa il pilota. L’auto è infatti in grado di riconoscere gli ostacoli di fronte all’auto e di arrestarsi automaticamente.

Ti potrebbe interessare

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *